Tutorial 5 - Come trasformare un soggetto in vampiro (parte III)

"Annuntio vobis gaudium magnum. Habemus TUTORIAL". Ebbene si, signori! A distanza di mesi ormai incalcolabili, dopo mille peripezie, commosso come un bambino all'ultimo giorno di scuola, posso finalmente dire di aver terminato la fotomanipolazione del vampiro! (Applausi scroscianti).
Scherzi a parte...non è stato facile, vuoi per lo scarso tempo libero a mia disposizione, vuoi per la mia stupida, insensata pignoleria nell'accanirmi al raggiungimento del risultato perfetto. Perfetto o no che sia (sta a voi giudicare :)) sono riuscito a portare a termine un lavoro lasciato in sospeso mesi orsono, che mi ha portato via qualcosa come 52 ore stimate (quando sono su Photoshop il tempo vola, non me ne rendo conto)...ma che mi ha gratificato di tutti gli sforzi e le imprecazioni lasciate per strada!

Ma veniamo a noi. Premetto che quest'ultima parte, a differenza della prima e della seconda, non sarà così dettagliata nei passaggi. Motivo? Beh...l'enorme quantità di lavoro e di tentativi fatti per migliorare di volta in volta l'immagine sono assolutamente impossibili da ricordare. Per di più, ho utilizzato alcuni plug-in che non tutti potrebbero avere. Per queste ragioni ho preferito strutturare questa parte come una serie di consigli e operazioni da fare per arrivare ad un risultato simile al mio.

Come al solito, prima di partire nella fase di restyling dell'immagine, ho cercato in rete una valida collezione di foto, immagini, screenshot di giochi e film che potessero guidare la mia ispirazione, partendo da un'idea iniziale: quella di creare un'atmosfera lugubre con toni freddi degni dei migliori film horror. Ho subito pensato ad una notte buia e nebbiosa, e da lì ho sviluppato questo concetto. Ecco le immagini che ho preso come modello.


Fig.1 - Immagini d'ispirazione



ATMOSFERA

1.  Per prima cosa, create un unico livello da tutti quelli precedenti. Per farlo, selezionateli tutti (per fare prima basterà cliccare su quello più in alto e, scendendo fino al primo cliccare su di esso tenendo premuto Shift). Quindi cliccate Ctrl+Alt*Shift+E per creare un nuovo livello raggruppando tutti i precedenti. Trasformate l'immagine in oggetto avanzato (Tasto destro > Converti in oggetto avanzato Io a questo punto ho applicato un effetto sull'immagine, utilizzando un plug-in chiamato Alien Skin Exposure 4 che potete scaricare QUI in versione di prova. Ho deciso di applicare l'effetto Technicolor Process 2 - Faded and Scratched, lasciando invariati i parametri sul menu di sinistra, e scegliendo come preset Blue - Light Tone. In questo modo ho dato all'immagine una tonalità fredda, accompagnata da un effetto graffiato, che fa molto film horror

Fig.2 - Effetto tonalità fredda+graffi
Successivamente, ho aggiunto un pò di nitidezza per far risaltare meglio il soggetto e i particolari.
Fig.3 - Nitidezza avanzata
Andate su  Filtro > Nitidezza > Nitidezza avanzata impostando FATTORE: 37% e RAGGIO: 1,3 px. In ultimo ho creato un pò di disturbo (già in parte dato dall'applicazione dell'effetto Technicolor) sempre per dare un effetto cinematografico:  Filtro > Galleria filtri > Texture > Granulosità settando i seguenti parametri: INTENSITA': 8 - CONTRASTO: 50 - TIPO: leggero. Quindi date OK, se siete soddisfatti o provate a variare settaggi.


2.  Adesso, notando che le modifiche apportate mi hanno inevitabilmente quasi annerito la
Fig.4 - Sbiancamento canini
parte di canini inferiori, ho deciso di intervenire con uno sbiacamento. Ho quindi creato 4 livelli denominandoli Sbiancamento denti, successivamente raggruppati (Ctrl+G): sul primo con un pennello bianco morbido, opacità 20%, metodo di fusione livello su Luce soffusa ho dato qualche tocco sui 2 canini di sotto; ho ripetuto l'operazione con il secondo livello questa volta impostando metodo di fusione su Scolora, ma con qualche pennellata in meno; infine ho ritoccato sul terzo livello laddove mi sembrava ancora in ombra, scegliendo metodo di fusione su Luce vivida e abbassando l'opacità del livello a circa 70%.


3.  Non contento, ho ancora aggiunto un pò di ombreggiatura attorno agli occhi per farli apparire più cadaverici. Per farlo, basta creare un nuovo livello e, impostando il metodi di fusione su Luce soffusa, con un pennello grigio, opacità 20-30%, colorate le occhiaie e sotto l'arcata sopraccigliare. 


Fig.5 - Aggiunta di riflessi e bagliori negli occhi

Un'altra mia peculiarità è stata quella di ridonare luce alle pupille che, a causa degli interventi e filtri precedenti, avevano perso quasi totalmente la loro colorazione rossa. Dapprima create un nuovo livello denominato Orange: qui selezionate un pennello morbido arancione (il riflesso arancione è giustificato dal fatto che dopo aggiungeremo dele fiamme), metodo di l.  Sovrapponi, opacità circa 65% e date 3-4 tocchi piccoli sulla pupilla sinistra (più esposta alla luce). Create un secondo livello denominato Little Sparkles e con lo stesso pennello, ma con un'opacità superiore, metodo di l. Luce vivida e opacità 50%, create dei piccolissimi punti di bagliore. Su un altro livello Deep Sparkles  impostate come metodo di fusione Normale e con lo stesso pennello e colore create un bagliore leggermente più grande a ridosso dei precedenti. Per concludere, su un quarto livello chiamato Red, metodo di fusione Colore scherma con opacità al 50%, con un pennello rosso a media opacità e morbido colorate entrambe le pupille.


Fig.6 - Effetto finale dopo aver ridato colore al sangue e al viso
4.  Successivamente ritoccate ancora un pò il rivolo di sangue, restituendogli un pò di rosso che ha perso. Perciò create un nuovo livello rinominato, con molta fantasia :), Red blood, settate il metodo su Sovrapponi e opacità a circa 35% e con un pennello morbido, spennellate lievemente sul rivolo di sangue per illuminarlo. Inoltre, per far risaltare meglio il colorito smorto e cinereo del volto del vampiro, ho pensato bene di intervenire, su un livello a parte, sempre con il pennello: impostando un colore tra il grigio chiaro e il viola/rosa, metodo di fusione del livello questa volta su Colore, opacità al 70%, colorate le aree del viso e delle braccia. Inserendo una maschera di livello, potete nascondere le sbavature di colore (ad es. su denti, occhi...) dipingendo su di essa con un pennello nero. Infini ho aggiunto un pò di contrasto usando i Livelli  (Immagine > Regolazioni > Valori tonali).


Fig.7 - Aggiunta di nebbia
5.  Per rendere l'atmosfera ancora più spettrale, ho pensato di avvolgere il vampiro con un pò di nebbia. Per farlo, su un nuovo livello chiamato Fog, utilizzate uno dei pennelli Nuvole o Nebbia usati nel precedente tutorial ALAN WAKE (qui il link) che potete scaricare gratuitamente dalla rete. Abbassate parecchio l'opacità (20-30% va più che bene) e anche il flusso del pennello: questo vi aiuterà a simulare l'effetto di sovrapposizione degli strati di nebbia. Personalmente ho preferito non
esagerare con le dimensioni del pennello, volendo mantenere il volto comunque non troppo offuscato. Date quindi solo qualche tocco di pennello nella parte inferiore dell'immagine, come se la nebbia si alzasse dal basso. Se necessario, abbassate anche l'opacità del livello Fog. Ho, infine, creato un pò di buio sulla testa del nostro vampiro (c'è troppa luce per
Fig.8 - Ombreggiatura nella parte superiore
essere una notta da vampiri :)). Come ho fatto? Solito metodo. Andate a creare un nuovo livello e scegliendo un pennello lineare (a forma di bastoncino, per intenderci), nel menù opzioni di Pennello, impostate grosso modo i seguenti valori: VARIAZIONE ANGOLO: 100% - VARIAZIONE DIMENSIONE: 60% - DISPERSIONE: 150% - VARIAZIONE OPACITA': 80%. Date OK, scegliete una tonalità di blu più scuro prelevato con lo strumento Contagocce dal bordo superiore dell'immagine, quindi passate col pennello sulla parte alta della testa. Se necessario, aggiungete una maschera di livello per mascherare con il pennello nero le pennellate che inavvertitamente sono andate a coprire le braccia e il volto.


A questo punto mi sarei potuto fermare (e voi potete farlo tranquillamente :)), ma non sarei stato IO. Mancava qualcosa...qualcosa che lasciasse davvero il segno. E a quel punto che ho fatto volare la fantasia e l'ispirazione...e ho visto la scena: pioggia, tanta pioggia battente, il volto bagnato. L'espressione quasi urlante e la posa con le mani tra i capelli hanno fatto il resto: ho immaginato delle fiamme che avvolgessero dal basso il corpo, come se qualche cacciatore di vampiri avesse voluto mettere fine alla stirpe dei succhiatori di sangue. Si...lo so...ne ho di fantasia :). Se avessi immaginato meno, avrei risparmiato almeno 12 ore!
Comunque non perdiamoci in chiacchiere e vediamo i restanti passaggi (sempre che abbiate ancora la pazienza per continuare).



PIOGGIA

1.  Per realizzare la pioggia, potete procedere in diversi modi: o utilizzate il metodo illustrato nel mio precedente tutorial Simulare l'effetto pioggia in una foto  oppure, per velocizzare ma senza perdere di qualità, come ho fatto io, scaricare dei pennelli ad hoc Rain brushes; io ho utilizzato il set trovato su DeviantArt di koolkidd77 (che ringrazio e quoto), scaricabile gratuitamente QUI.
Fig.9 - Livelli Rain e sfocatura
A questo punto, create un nuovo livello Rain e trasformatelo in oggetto avanzato  (Tasto destro sul livello > Converti in oggetto avanzato). Selezionate uno dei pennelli scaricati, magari variando dal pannello delle impostazioni Pennello l'angolazione (45° può andar bene o poco meno), colore bianco, dimensione intorno ai 1000 px e date qualche tocco coprendo l'intera immagine. Fatto questo, andate in Filtro > Sfocatura > Effetto movimento impostando i valori come in Fig. 9. Duplicate il livello e modificate la pioggia con Trasformazione libera (Ctrl+T), variando dimensione, inclinazione e opacità. Se necessario, aggiungete una maschera di livello per nascondere le aree dove la pioggia vi sembra troppo fitta. Ripetete l'operazione, variando di volta in volta la pioggia per farla apparire più realistica possibile, fin quando non avrete ottenuto un buon risultato. Nel mio caso, sono servite ben 5 copie di livello! Alla fine, come sempre, raggruppate il tutto sotto il nome di Rain.

Fig.10 - Effetto finale pioggia
2.  Per completare l'effetto e rendere ancora più verosimile la sensazione di bagnato dato
dalla pioggia, ho creato una nuovo gruppo Drops, vale a dire Gocce. Ho voluto, infatti, dare l'effetto di rimbalzo delle gocce di pioggia sul volto e le braccia del vampiro. Su un primo livello vuoto, chiamato Drops, utilizzando un semplice pennello a spruzzo bianco (lo trovate tra i preset): aumentando un pò la dispersione e con diametro molto piccolo, iniziate a dare dei tocchi qua e là su braccia e testa, senza esagerare troppo. Create un nuovo livello Drops 2. Qui dovete aver scaricato un altro set di pennelli di tipo splatter (lo so...questa immagine richiede un'infinità di pennelli!): io ho utilizzato quelli di snakstock (che ringrazio) su DeviantArt (link). Scegliete Effetti di livello (icona Fx in basso) e impostate le opzioni come in Fig. 11. Come Contorno, settate il profilo Anello.




Con uno dei pennelli splatter scaricati, colore bianco e dimensione intorno ai 70 px. date qualche tocco esclusivamente sul volto per rigarlo di gocce. Su un altro livello, denominato Wet effect, rifinite l'effetto di bagnato, aumentando le dimensioni del pennello, magari scegliendone un altro, ma di dimensioni maggiori e con opacità minore. Questo vi servirà a simulare sia l'umido sul volto, che sull'obiettivo.


















FIAMME

1.  Ed ora iniziano le note dolenti! Cari ragazzi, armatevi di tanta, tanta pazienza! :). In realtà
non ho pensato a delle vere e proprie fiamme che avrebbero probabilmente deturpato l'immagine nascondendo il volto, ma ne ho voluto creare l'idea inserendo dei riflessi sul volto e le particelle volanti tipiche di una combustione. 
Partiamo con le particelle delle fiamme: per crearle, ho utilizzato l'immagine (link) trovata su DeviantArt di Ayelie-stock (che ringrazio). Dopo aver aperto l'immagine (Ctrl+O), posizionatela in modo da avere le particelle sospese fino all'altezza del naso. Impostate il metodo di fusione su Scolora e denominate il livello Small particlesServitevi di una maschera di livello per mascherare le particelle in eccesso o che non volete che compaiano. Come avrete notato, le particelle, impostando il metodo Scolora, appaiono desaturate e spente. Per correggere questo difetto,  create un nuovo livello e andando su Modifica > Riempi > Usa: Colore... scegliete la tonalità d'arancio ff9000. Date OK e applicate una maschera di ritaglio (Tasto destro > Crea maschera di ritaglio). Infine settate metodo di fusione su Sovrapponi.

2.  Ripetete l'operazione del passo 1: andate, perciò, a duplicare il livello precedente (compresa maschera di ritaglio) e con il comando Trasformazione libera (Ctrl+T), tenendo premuto Shift, aumentate le dimensioni delle particelle: queste saranno quelle in primo piano, quindi più sfocate. Ho rinominato il livello Big particles e raggruppato il tutto sotto il nome di Flames (come avrete capito, mi piace usare nomi inglesi :P).

Per concludere, ho aggiunto dei livelli di regolazione per migliorare l'aspetto e la tonalità delle particelle. In primis, regolate la vividezza (Regolazioni > Vividezza) e settate i seguenti parametri: VIVIDEZZA: +33 - SATURAZIONE: +6. Aggiungete ancora Valori tonali (o Livelli) (Regolazioni > Valori tonali) e spostate soltanto il cursore centrale dei mezzitoni a 0,75. L'effetto ottenuto dovrebbe essere grosso modo simile a quello in Fig.












3.  Per rendere più realistica la presenza delle fiamme che invadono dal basso la figura del vampiro, avevo bisogno di riflessi sui lineamenti del volto, soprattutto tenendo conto che è bagnato dalla pioggia. Bene...andiamo a realizzarli!



Scegliete un pennello morbido color arancio arancio ff9000, abbassatene parecchio l'opacità e, su un nuovo livello, iniziate a spennellare dapprima sul mento, collo e petto  con un diametro maggiore, successivamente riducete il diametro quasi al minimo e passate ai dettagli: le fiamme si riflettono sui denti, sui lineamenti, sulle sporgenze (naso),  ma anche e soprattutto sulle gocce che colano dal volto! Quindi, con molta cura, andate a tracciare delle linee arancioni o dei punti quà e là sui denti, sulle narici e sulle gocce che cadono dalla guancia destra. Scegliete come metodo di fusione Luce soffusa. Su un nuovo livello Light effect 2, impostato sempre su Luce soffusa, ma con un pennello più opaco, date un'altra passata di arancione su collo, braccia, zigomi, labbra e denti. Dimezzate l'opacità di livello.
Infine, su un terzo livello Light effect 3, finite per rifinire i riflessi ravvivando il colore: con metodo di fusione su Sovrapponi e lo stesso pennello di prima, dipingete ulteriormente sulle aree esposte ai riflessi. Adesso il colore è più vivo e realistico. Abbassate l'opacità di livello se necessario.

4.  Per non farci mancare niente, cerchiamo di simulare il classico  tremolio che si

percepisce visivamente sopra fonti di calore intenso e che distorce le immagini. Unite in un'unica immagine tutti i livelli visibili: selezionateli e premete Ctrl+Alt+Shift+E. Trasformate il livello in oggetto avanzato (Tasto destro sul livello > Converti in oggetto avanzato) e applicate un primo filtro Vetro, andando su Filtro > Distorsione > Vetro impostando i valori come in Fig. Il secondo filtro da applicare è Effetto 
onda andando su Filtro >

Distorsione > Effetto onda e settate i parametri come in Fig.
Questo sarà indispensabile per creare un pò di movimento all'immagine, già di per sè distorta dal filtro Vetro. A questo punto aggiungete una maschera di livello, convertitela in nero (Ctrl+Shift > Riempi... >Nero) e con un pennello morbido chiaro dipingete sulle aree che volete rendere visibili: io ho scelto di dare l'effetto tremolio solo nella parte in basso a destra, ovvero nella direzione verso cui le particelle volano.

Fig.10 - Effetto finale particelle fiamme



CROCE

1.  Per dare un tocco un pò gotico/dark, ho pensato di aggiungere una croce, come se essa fosse proiettata sul volto del vampiro per  intimorirlo e tenerlo distante. Per fare questo, ho reperito, cercando in rete, un'immagine idonea: una croce medievale dai contorni netti e, perciò, facile da scontornare. Vogliamo, infatti, estrarre i soli contorni basilari della croce, escludendo le varie decorazioni intrecciate.
Per farlo, prima di tutto, selezionate lo strumento Bacchetta magica (W) e cominciate a campionare e selezionare la tonalità scura all'interno della croce. Tenendo premuto Shift, aggiungete con la bacchetta le zone di colore che lo strumento non è stato in grado di selezionare. Una volta che tutta l'area scura sarà stata slezionata, rimuovetela con il tasto Canc. Adesso sarà facile con lo strumento Gomma (E) cancellare le decorazioni intrecciate (impostate un diametro piccolo e passate molto lentamente sulle aree da cancellare).

2.  Posizionate la croce facendo coincendere il suo centro con l'occhio destro. Con il comando Trasformazione libera (Ctrl+T) ruotate e ridimensionate l'immagine facendo in modo che segua l'inclinazione della testa. Scegliete come metodo di fusione del livello Moltiplica. Terminata questa operazione, come fatto per le gocce di sangue (se vi ricordate...), per fare aderire la croce alle forme  e ai lineamenti del volto, ci serviremo di una mappa di spostamento. Cliccate, perciò, su Filtro > Distorsione > Muovi, selezionate il file .psd che avevate salvato nella prima parte del tutorial, impostate come valore di spostamento 5 e date OK.

Fig. - Smusso ed effetto rilievo
3.  Procediamo con il miglioramento dell'immagine attraverso l'aggiunta di qualche effetto di livello (icona fx). In Opzioni di fusione, portate l'opacità di livello a 0%. Iniziamo con lo Smusso ed effetto rilievo, sistemando i valori e le opzioni come in Fig. Nella sezione Contorno, scegliete come opzione Lineare. Applicate ancora una Sovrapposizione colore: questo servirà soltanto  marcare leggermente i contorni della croce. Nel pannello, impostate COLORE: Nero - OPACITA': 13 %. Per concludere con gli effetti, aggiungete un Bagliore esterno. Qui settate i valori come in Fig. Quest'ultimo effetto servirà a creare un alone bluastro/grigio, utile a marcare ulteriormente i contorni.


Fig. - Bagliore esterno
Fig. - Effetto finale della croce




TESTO

Per dare un effetto ancora più cinematografico e rendere l'immagine simile ad una locandina, ho pensato di aggiungere un testo: The Last Vampire, ovvero "L'ultimo vampiro"; mi suonava abbastanza bene come nome da film e coerente con il tema del fotomontaggio, giacchè ho immaginato l'atroce fine di un vampiro. 

1. Prima di tutto, il font che ho utilizzato per il testo si chiama Van Helsingscaricabile
Fig. - Settaggi testo
gratuitamente su Dafont.com. Dopo aver scaricato e installato il font, esso comparirà nell'elenco dei font utilizzabili su Photoshop. Aprite, quindi, lo strumento Testo (icona T), selezionate il font Van Helsing e iniziate a scrivere "The Last" nell'angolo in basso a sinistra, utilizzando i settaggi che vedete in Fig. Ho preferito inserire il titolo a sinistra piuttosto che in alto centrato perchè mi dava l'impressione di essere più equilibrato e perchè riprendeva il colore delle fiamme. Date OK, e nuovamente con lo strumento Testo (su un nuovo livello testo) scrivete "VAMPIRE" (in stampatello questa volta). Impostate gli stessi parametri di prima, ma aumentando la dimensione a 18 pt. Centrate il testo rispetto al precedente "The Last".










ULTIMI RITOCCHI

1.  Siamo agli sgoccioli, tranquilli!:). Ancora un altro pò di pazienza e abbiamo finito. Non appagato ancora dalle migliaia di ore trascorse davanti a Photoshop, ho voluto dare un ultimo tocco all'immagine, esaltando i dettagli e drammatizzando la scena. Mi sono servito nuovamente dei miei irrinunciabili plug-in.  Per prima cosa, unificate in un'unica immagine tutti i livelli precedenti con Ctrl+Shift+Alt+E e convertite il nuovo livello in oggetto avanzato. Questa volta mi sono servito del noto plug-in della Nik Software: Color Efex Pro 4, scaricabile in versione di prova QUI. Il metodo migliore per accentuare i dettagli è stato quello di applicare il filtro Detail Extractor, intervenendo sul pannello dei settaggi come in Fig.


2.  Per finire, intervenite un'ultima volta sull'immagine con un nuovo filtro, utilizzando però Alien Skin Exposure 4 (lo stesso utilizzato all'inizio del tutorial) e scegliendo dal Menu Color Films - Vintage l'opzione Kodachrome 35mm - Skin Tone (warm). Questo garantirà un'esaltazione della drammaticità della scena, accanto ad un effetto anche un pò più grunge.



Ed ecco l'effetto finale: 




Come al solito, vi esorto a lasciarmi commenti positivi o negativi, o a scrivermi per eventuali dubbi sul tutorial: non esiterò a rispondervi. Come avrete notato, la mole di lavoro dietro a questo fotomontaggio è stata davvero considerevole, così pure quella dietro la scrittura del tutorial. Per questo ogni vostro piccolo contributo, apprezzamento e condivisione non può che gratificarmi dei sacrifici di tempo speso.

Per il resto, come sempre...
Be Creative. Be Crazy.

8 commenti:

Francesca L. ha detto...

Molto carino il tuo blog, arrivo grazie all' iniziativa di spicchi del gusto.
Nuova follower, passa da me se ti va
www.hypnoticpoison1.blogspot.it

Maria dolores Lopez godoy ha detto...

Ciao. Arrivo da Kreattiva, il tuo blog é bellissimo, complimenti. Sul mio blog ho un linky party internazionale, se vuoi puoi partecipare. Besitos.

http://redecoratelg.blogspot.com.es/

Raffaele Renzulli ha detto...

Grazie maria dolores..ci passo volentieri dal tuo blog :)

Rocco Dragone ha detto...

complimenti per il post!!!
ti ho scoperta tramite Kreattiva e sono diventato tuo follower
http://consiglidirocco.blogspot.it/
ti aspetto,a presto!

Silvia Sardegna ha detto...

Ciao bellissimo blog complimenti...
nuova fallower se ti va passa a trovarmi nel mio blog c'è in corso un cosmetic giveaway con dei fantastici premi!!

http://thechicfashionblog518.blogspot.it/

baci
silvia

radical chic ha detto...

Ciao, ti ho conosciuta grazie a Kreattiva...ho sempre voluto imparare ad usare questo programmaaa,da oggi sono una tua nuova Follower, se ti va vieni a conoscermi!!! :D
http://ildiavolovesteradicalchic.blogspot.it/

Claudia Bonera ha detto...

Ciao, sono arrivata a te grazie all’iniziativa CALENDULA E CAMOMILLA PARTY. Complimenti per il tuo blog, mi sono aggiunta volentieri ai tuoi follower e spero tu farai altrettanto.
http://lacucinadistagione.blogspot.it/
ciao Claudia

Bea ha detto...

Ciao! complimenti per il tutorial!
Sono qui grazie al linky party di lola godoy...se vuoi passa a trovarmi!
a presto bea

Posta un commento